Blue Flower

Una momento dedicato alla spiritualità si può vivere nella piccola cappella di San Nicolò, costruita nel 1518 riadattando un antico corpo di guardia. Al suo interno, in una tomba voluta nel 1605 da Paolo Emilio d’Arcano, riposano alcuni membri della casata. La chiesuola è nota per due particolari reliquie: un frammento della ‘vera croce’, secondo la tradizione portato dalla Terrasanta da Leonardo III d’Arcano, cavaliere nell’ottava crociata, e la cosiddetta ‘Reliquia del Sangue’, un lino sacro dove il 4 giugno 1758 Maurizio d’Arcano «giovine lontano da Dio e da ogni bene (…) allo spezzar dell’ostia, vide da questa stillar sangue. Colpito e frastornato da tale prodigio (…) volle mutar la vita scellerata che sin’allora avea condotta e indi presi i voti si portò con le migliori qualità d’ottimo cristiano e pio sacerdote».